intestazione_06.jpg

 

Villa Durazzo Pallavicini - conservazione:
note sullo stato conservativo del complesso.

contenuti in formato alternativo per ipo e non vedenti
1. home page  -  2. istruzioni  -  3. quadro storico  -  4. localizzazione  -  5. cenni storici
6. contesto urbano  -  7. ingresso al complesso  -  8. organizzazione del parco
9. parco 1/3  -  10. parco 2/3  -  11. parco 3/3  -  12. conservazione
13. "i luoghi del cuore" F.A.I.  -  14. Gio Battista Grimaldi  -  15. Ignazio A. Pallavicini
16. Clelia Durazzo  -  17. Michele Canzio  -  18. bibliografia  -  19. visite  -  20. contatti
21. fotografie notturne

Conservazione

Le condizioni conservative del parco sono ad oggi analizzabili suddividendolo in tre regioni principali: la parte bassa del parco, la parte alta e il Giardino Botanico.

La parte bassa che si estende dal Viale d'Ingresso sino al Lago Grande e alle strutture limitrofe, per quanto abbia goduto di un recente restauro in occasione delle celebrazioni colombiane, necessita di nuovi interventi manutentivi straordinari per ripristinare l'aspetto originale. Č necessario evidenziare che gli stessi interventi manutentivi del '92, probabilmente eseguiti in modo difforme da quanto stabilito da progetto, versano in condizioni peggiori dello stato precedente l'intervento stesso.

Un esempio evidente č costituito dal Tempio di Flora dove si possono osservare: pavimentazioni rattoppate con materiali disomogenei rispetto al contesto originale, stucchi gravemente lesionati se non addirittura mancanti, intonacature esterne ed interne anch'esse lesionate, fessurazioni e danneggiamenti alle originali vetrature policrome.

Nonostante gli evidenti problemi non affrontabili se non attraverso interventi straordinari, la parte bassa del parco risulta ancora usufruibile da parte dell'utenza.

Contrariamente a quanto osservato nella parte bassa, la regione alta, ormai da decenni abbandonata e preclusa alle visite, necessita di urgenti interventi straordinari. Le strutture architettoniche risultano essere gravemente lesionate ed in balia delle attivitā vandaliche. Le giostre in ferro si teme possano essere considerate irrecuperabili. Č fondato il timore che parte del patrimonio artistico abbandonato nella regione alta risulti essere ormai definitivamente perduto.

formella decorativa

pavimento fregio

L'Orto Botanico, nonostante sia stato negli ultimi anni al centro di ipotesi riorganizzative e di rilancio, č attualmente visitabile nei limiti di un restauro cominciato e mai terminato.


Prosegui -> 13. i luoghi del cuore
Torna al -> menu

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!