Sabato 16 settembre 2006, un articolo de “il Secolo XIX” dal titolo “Ville a Ponente, parte il salvataggio” ha affrontato il tema dello stato di conservazione delle ville del ponente di Genova e dei progetti riqualificativi.

Dopo aver sottolineato il degrado di parte degli edifici storici e aver accennato il problema del reperimento dei fondi (“… finanziamento ministeriale magari con un articolo della finanziaria che implementi il sostegno economico che già si aggira dal 30% al 50% …”), l’articolo, indica alcune iniziative tra le quali il progetto presentato dal Comune alla Regione per il recupero di parte delle ville di Via Daste a Sampierdarena.

Purtroppo, non si parla dei 17,5 milioni di euro, fondi previsti dall’accordo tra il passato Governo e gli attuali Amministratori (Regione, Provincia e Comune) esplicitamente indirizzati su sette siti del sistema delle ville e dei parchi storici cittadini comprendente Villa Pallavicini a Pegli. Resta quindi da chiarire l’esistenza o meno di progetti riqualificativi per la villa pegliese basati sui fondi concordati.