Da alcuni anni il mare di Pegli è soggetto ad un curioso fenomeno di possibile inquinamento già segnalato attraverso questo stesso sito. Gli eventi sono saltuari e irregolari ma solitamente mattutini e successivi a giornate di maltempo. La tipica manifestazione del fenomeno è caratterizzata da ampie chiazze di schiuma dalla densità variabile, a volte molto consistente, ma sempre piuttosto persistente. Il moto è sempre diretto in direzione ponente ma non è mai stato possibile risalire all’origine della schiuma.

Domenica 19 giugno 2011 il fenomeno si è nuovamente manifestato con vaste chiazze schiumose antistanti l’accesso di levante della diga del VTE. La novità rispetto alle precedenti segnalazioni consiste nel fatto che, il giorno seguente, è stato possibile seguire le restanti tracce della schiuma sino al Porto Antico.

Le rade chiazze rimaste si ricompattavano proprio nello specchio acqueo antistante Palazzo San Giorgio. Una più attenta osservazione ha permesso di verificare un consistente ammasso schiumoso giallognolo in corrispondenza dello scarico del molo di levante nascosto da una serie di teloni. Tra le imbarcazioni ormeggiate e poco più al largo si potevano osservare le solite schiume persistenti.

Sono trascorsi anni dai primi avvistamenti delle chiazze sulle coste pegliesi ed un controllo sull’origine delle stesse sarebbe opportuno. Bisognerebbe chiarire la natura dell’accumulo in Porto Antico: se semplice punto di raccolta di un flusso esterno trascinato dalle correnti o luogo d’origine. Certo non pare chiara la necessità di nascondere le tubature con dei teli.

Due giorni dopo l’osservazione, mercoledì 22 giugno 2011, a pochi passi dagli scarichi in esame, è stata ormeggiata la goletta di Legambiente. Le tubazioni hanno cessato di scaricare in mare, i teli di protezione sono scomparsi ma un battello turistico continua a celare la vista dei tubi.

Credo sia opportuno porre alcune domande:
– il fenomeno è naturale o conseguenza di azione umana?
– dove ha realmente origine?
– quale’è la natura della schiuma?

19 giugno 2011
20 giugno 2011
22 giugno 2011
Schiuma … aggiornamento

Martedì 28 giugno 2011, nel Porto Antico (presunto luogo d’origine del fenomeno) sono ricomparsi i teloni, dai tubi occultati alla vista dalle imbarcazioni ormeggiate è tornato a scorrere un flusso di scarico. Tra il molo e gli scafi sono ben visibili nuove chiazze di schiuma.

A scanso di equivoci …

10 maggio 2011. Queste foto testimoniano il differente apporto presumibilmente inquinante proveniente dal Molo Archetti e che infatti non si manifesta o degenera in chiazze schiumose.