GheRa progettazione realizzazione gestione siti web

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


proposta per lo stemma del nuovo Municipio VII Ponente
sottolineatura

L'approvazione del nuovo "Regolamento per il Decentramento" del Comune di Genova, determina la nascita dei Municipi in sostituzione delle attuali nove Circoscrizioni. Tra le conseguenze, certamente di minor rilevanza, si può concretizzare la necessità di adottare degli stemmi che, nel rispetto delle regole dell'araldica civica e delle identità degli "ex comuni", identifichino univocamente le nuove istituzioni locali.

Le linee guida per la realizzazione di uno stemma, dettate dal regolamento araldico, paiono essere abbastanza rigide anche se, riferite a province, città, comuni, comunità montane ed isolane e unioni di comuni. Lo stemma indicato è quello "sannitico moderno", "rettangolare con gli angoli inferiori arrotondati". Le corone ammesse sono riferite a province, città e comuni. A completare lo stemma vengono poste le "fronde" in alloro e quercia.

La non appartenenza diretta del municipio, ex circoscrizione, all'elenco degli enti territoriali indicati, potrebbe forse permettere l'adozione di uno stemma non strettamente vincolato dalle regole araldiche. Resterebbe però necessario non discostarsi molto da queste, per non trasformare uno stemma in un logo che più si addice ad una ditta privata.

Gli stemmi degli originali comuni chiamati a formare la Grande Genova, si prestano a questo tipo di progetto grafico permettendo la realizzazione di stemmi "multi scudo" ma dalle fattezze classiche. Si rende però necessaria la ricerca degli stemmi originali, non contaminati da successive "rivisitazioni artistiche" difformi dalle Regie Patenti che ne concedevano l'uso indicandone nel contempo gli elementi araldici.

Si potrebbe obiettare, suggerendo l'adozione per ogni municipio di uno stemma costituito da un unico scudo sannitico. Questa soluzione, molto più semplice e rispettosa delle classiche regole dell'araldica civica, comporta però la fusione di due o più stemmi storici in uno o la realizzazione di uno nuovo e distaccato dalla tradizione locale.

La "fusione", che più si avvicina alla necessità di "scudo unico", per quanto fattibile comporterebbe però la nascita di un stemma confuso, con partizioni complesse, numerosi smalti, metalli e simboli. Anche la collocazione interna allo scudo dei simboli locali, potrebbe generare, vista la diversa importanza delle posizioni, malcontento di natura campanilistica.

La creazione di uno stemma nuovo potrebbe d'altro canto non rispecchiare quel senso d'appartenenza al quartiere, ex comune, che ancora esiste in tutta la periferia e che ancor oggi fa dire ai genovesi che si recano in centro: "vado a Genova".

Nello specifico caso del Municipio VII Ponente (Pegli - Pra' - Voltri), si potrebbe adottare uno stemma a tre scudi. Gli scudi di Voltri, Pra' e Pegli verrebbero accostati in ordine geografico, da ovest verso est, da sinistra verso destra. A questi si potrebbe eventualmente affiancare lo Stemma del Comune di Genova a ricordare l'effettiva appartenenza all'istituzione principale. In questo caso, l'altezza degli scudi, esclusi gli elementi esterni presenti nello stemma comunale, dovrebbero rimanere uguali.

proposta di stemma per il nuovo Municipio VII Ponente

Per quanto gli stemmi storici dei tre ex comuni siano tutti sannitici, le proporzioni in realtà non rispecchiano perfettamente il rapporto dimensionale sette per nove ma, ciò non costituisce problema insormontabile. Si renderebbe però necessario eliminare le corone che indicano "gradi" e "dignità" ormai perdute e le "fronde" che causerebbero difformità di proporzione e confusione grafica.

proposta di stemma per il nuovo Municipio VII Ponente

La necessità di nuovi stemmi per i nascenti Municipi permetterebbe nel contempo di rivedere anche l'attuale Stemma del Comune che, pur avendo rialzato le code, potrebbe adottare nuovamente le ali dei Grifoni sollevate e la ben più importante corona della Madonna Regina di Genova.

L'occasione di unificare gli studi grafici sugli stemmi e le relative stampe, permetterebbe di ridurre i costi accorpando il tutto in un'unica modifica generale di tutti i documenti, carte intestate, loghi e altro. fine

Ghe.Ra.


note
sottolineatura

Le immagini proposte sono "non ufficiali" e prive di alcun "valore legale" non rappresentando, singolarmente, enti territoriali attualmente esistenti.

La proposta è da considerarsi al momento come una bozza in fase di elaborazione, mancando ancora di alcune tavole e rappresentazioni grafiche. fine


gli stemmi originali
sottolineatura

Gli stemmi originali sono completi di corona, posta ad indicare il grado dell'ente territoriale, di fronde e nel caso di Genova, di ben noti quanto evidenti elementi araldici aggiuntivi.

Gli stemmi utilizzati nella proposta, sono stati riadattati dimensionalmente alla proporzione sette per nove dello scudo sannitico comunemente in uso negli stemmi moderni.

stemma di Genova stemma di Genova
stemma di Pegli stemma di Pegli
stemma di Pra' stemma di Pra'
stemma di Voltri stemma di Voltri

lo stemma di Pegli pagina dedicata allo stemma di Pegli

link esterno stemmi e simboli di Genova
link esterno Madonna Regina di genova

 
 


save the date


novembre
aggiornamento
save the date
[pdf] ...

 
 


cerca nel sito e nel web con google
primo piano
cartoline elettroniche
due minuti e mezzo
lettere e documenti

 
 


ilcaffaro.com
villapallavicini.info
Museo Virtuale Nino Besta
comitatodifesapegli.org
finallserramenti.com
archivio toponomastica ligure

 
 


G.S. Pegliese

 
 


from genova
to genoa
from Genova to Genoa
United States
Mexico
Guatemala
Colombia
Ecuador
Espana
Australia

 
 


where are you from? ... vuoi lasciare un segno del tuo passaggio? where are you from?
Samoa Americane
Macedonia
Corea del Sud
Estonia
El Salvador
Filippine
Niue

 
 


piccolo logo www.pegli.com

p.i. 03851470108

 
 


GheRa progettazione realizzazione gestione siti web

 

 


Valid HTML 4.01!

Valid CSS!