GheRa progettazione realizzazione gestione siti web

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


[home] - [indice appunti da Carloforte] - [31 maggio 2007]


E' con grande piacere che ospito sul sito www.pegli.com gli "Appunti da Carloforte" e la poesia "Il Sacro Scoglio" di Sandro Emanuelli.

Augurandomi che la collaborazione possa proseguire con futuri interventi, vi lascio alla lettura della bella poesia che ben "dipinge" Carloforte e ricorda il legame con Pegli. fine

GheRa


Appunti da Carloforte
31 maggio 2007 sottolineatura

Quando andai in pensione, qualche anno fa, dopo aver girato per il mondo per oltre 40 anni, decisi per vari motivi personali di cambiare residenza; per me andava bene qualsiasi posto, unico requisito indispensabile era quello di avere la vista sul mare. Provai ad abitare a Cogoleto, poi a Varazze ed infine mi trasferii a Carloforte.

Per me fu una scelta quasi obbligata: era un'isola a dimensione d'uomo e si parlava il dialetto di Pegli, il mio paese natio, inoltre non era a distanza stratosferica dalla Liguria.

L'impatto è stato grandioso, ho trovato alcuni grandi amici che mi hanno introdotto nell'ambiente tenendomi quasi per mano e a loro vanno tutti i miei ringraziamenti.

Questo benvenuto, unitamente alla bellezza di quest'isola per certi versi ancora incontaminata, mi ispirò una poesia, che venne pubblicata on line sul sito www.presspubblica.it

Invio l'articolo completo che è firmato con lo pseudonimo di "Hyeracon". fine

Sandro Emanuelli


C'é una piccola isola ... sottolineatura

Inviato da hyeracon

mercoledì 22 marzo 2006

L'Unesco ha celebrato ieri la "Giornata mondiale della poesia" ed oggi presspubblica offre la prima pagina proprio ad una poesia - Nel sud-ovest della Sardegna, all'estremo confine occidentale d'Italia, già nota ai fenici, ai greci, ai cartaginesi ed ai romani, dove gli abitanti sono di origine pegliese, ossia genovese e ne hanno conservato la lingua e le tradizioni dopo 5 secoli circa dalla partenza dalla terra natia per andare a pescare il corallo a Tabarka, in Tunisia

Questa piccola isola, di forma trapezoidale, si chiama "Isola di San Pietro" ed ha un solo paese che si chiama Carloforte. Gli abitanti sono marinai, pescatori ma anche agricoltori; qui esiste una delle ultime tonnare fisse di posta d'Italia e non ci sono industrie.

Esiste solo una salina dismessa nella parte meridionale del paese che serve come motel ai fenicotteri rosa, aironi, cavalieri d'Italia, aironi cinerini e garzelle. Esiste anche il "falco della Regina" e non é raro vederlo cacciare i conigli che vivono liberamente.

Gabbiani e cormorani in gran numero fanno concorrenza ai pescatori. L'aria é limpida, tersa ed il mare pulito e pescoso, il tonno che viene pescato é della migliore qualità, il tonno rosso, qui chiamato "tonno di corsa" e la pesca dura circa due mesi.

E' un piccolo mondo in sedicesima, 6350 anime d'inverno ed oltre 25000 d'estate; le spiagge sono poche ma belle e sabbiose ed esiste anche una macchia mediterranea, ci sono pini d'Aleppo e fichi d'India, ogni tanto risalta una macchia violacea di bouganvillea. Gli abitanti per tradizione abitano in paese ma, d'estate, si trasferiscono nella casa in campagna, al fresco e al riparo del flusso di turisti.

Il vento predominante é il maestrale, che con la sua velocità dà il ritmo alla vita degli abitanti, quando spira molto forte si alza il mare e l'isola lo é veramente. Sembra la descrizione di un piccolo paradiso ed in effetti sotto certi punti di vista lo é, però anche qui si é uomini, con il solito bagaglio di problemi e difetti.

A loro dedico queste righe ...


Il Sacro Scoglio
(V Maggio 2004) sottolineatura

L'isola di San Pietro
Forre profonde fucine di segreti,
baie nascoste in alcove naturali,
monumenti granitici emersi dal mare,
venti costanti forieri di salmastro,
aridi cespugli che spuntano tra rocce
e verdi praterie cosparse di fiori
per celebrare le nozze della vita
in Primavera.

Gente dura, provata dal lavoro,
con gli occhi perennemente rivolti
al mare; madonne dai capelli neri e
l'occhio fiero; uomini con pelli di cuoio
salato che coprono un cuore grande e
misericordioso, figli della stessa
madre che onorano da sempre
l'amicizia.

Figlio di Pegli, trovo qui la storia
del mio popolo, nell'antica parlata;
mi sento antenato e discendente,
padre e figlio, zio e nipote;
rivivo le antiche usanze, i giochi
dei bimbi, le filastrocche, i canti.
Grazie amato Scoglio, grazie fratelli miei

hyeracon

 
 


save the date


luglio
aggiornamento
save the date
[pdf] ...

 
 


cerca nel sito e nel web con google
primo piano
cartoline elettroniche
due minuti e mezzo
lettere e documenti

 
 


selection of photographs
selection of photographs


ilcaffaro.com
villapallavicini.info
Museo Virtuale Nino Besta
comitatodifesapegli.org
finallserramenti.com
archivio toponomastica ligure

 
 


G.S. Pegliese

 
 


from genova
to genoa
from Genova to Genoa
United States
Mexico
Guatemala
Colombia
Ecuador
Espana
Australia

 
 


where are you from? ... vuoi lasciare un segno del tuo passaggio? where are you from?
Samoa Americane
Macedonia
Corea del Sud
Estonia
El Salvador
Filippine
Niue

 
 


piccolo logo www.pegli.com

p.i. 03851470108

 
 


GheRa progettazione realizzazione gestione siti web

 

 


Valid HTML 4.01!

Valid CSS!